Leopoldina e i muffin di banana, avena, yogurt e gocce di cioccolato

Leopoldina uscì dall’emporio e salutò affettuosamente la Signora Farinelli, diede un ultimo sguardo alle vetrine ricche di novità primaverili e andò con passo spedito alla bottega del fioraio Nunzio. Il negozio era un tripudio di colori, Violette, Non ti scorda di me, Margherite, Narcisi e tante tante erbe profumate. Entrò e saluto con calore Nunzio, l’anziano fioraio che conosceva e la conosceva da sempre. Sapeva della passione smisurata di Leopoldina per piante e fiori e così con orgoglio le indicò delle nuove piantine da orto che sarebbero state perfette per lei. Acquistò Salvia, Rosmarino, Timo, Maggiorana, Origano, Prezzemolo e ordinò le piante di Melanzane, Cornetti, Pomodori di tutte le qualità, Zucchine e Cetrioli e disse a Nunzio che in serata sarebbe passato suo marito Gaetanino a ritirare tutto. L’aria per la strada era frizzante ma tiepida e la topina sorrise felice. Poi guardò i nuovi acquisti che aveva appena fatto all’emporio, gocce di cioccolato e fiocchi d’avena, aveva in mente di preparare un dolcetto sano ma gustoso per i suoi 4 topolini.

Stavano crescendo e doveva stare attenta alla loro alimentazione, sopratutto a quella di Lupino che era molto molto goloso e si stava arrotondando un pochino, il fatto che poi fosse pigro non lo aiutava :-).

La ricetta proviene dal blog di Vittoria che trovate qui! Grazie Vittoria per la bontà di questi muffin ♥

Entrò in casa e con lei i suoi due cucciolotti Cody e Romeo che già pregustavano qualche bontà e si mise a preparare gli ingredienti. Lo yogurt lo aveva appena fatto con il latte fresco delle sue mucche e le banane mature che non venivano mai apprezzate dai suoi topolini erano nella dispensa.

Ingredienti per 12 muffin circa

150 g di fiocchi d’avena
2 banane molto mature
200 g di yogurt bianco naturale
2 uova
2 cucchiaini e mezzo di lievito per dolci
50 g di zucchero di canna
60 g di gocce di cioccolato

Preparazione

La ricetta è velocissima credetemi ma il risultato vi sorprenderà per la sua bontà. Mettete tutti gli ingredienti tranne le gocce di cioccolato nel mixer o nel Bimby, frullate fino a quando il composto sarà omogeneo, io non ho frullato troppo perché ho voluto lasciare l’impasto abbastanza rustico e i fiocchi d’avena a pezzettini sono perfetti per dare corposità ai nostri dolcetti. Poi versate l’impasto in una ciotola e versateci metà delle gocce di cioccolato, mescolate per bene e versate nei pirottini che avrete disposto nella teglia per muffin. Cospargete poi con le gocce di cioccolato avanzate e cuocete in forno già caldo a 180° statico. Quando saranno belli dorati e avrete fatto la solita prova stecchino, toglieteli dal forno e fateli completamente raffreddare, sono deliziosi, sani e golosi.

Mentre i muffin cuocevano nel forno, Leopoldina pregustava già il ritorno di Gaetanino con tutte quelle piante colorate e profumate, non vedeva l’ora di mettersi al lavoro, di scavare, piantare e annaffiare, non aveva paura di sporcarsi le mani, anzi questo lavoro la rasserenava e rilassava. Guardò fuori dalla finestra e vide qualche nube all’orizzonte, nei giorni prossimi le previsioni promettevano  acqua a catinelle, ma li nella sua casa, con la sua famiglia, con la sua cucina e le sue ricette ci sarebbe stato sempre il sole, ne era sicura…

Se qualcuno ancora non conosce Leopoldina e le sue ricette vi invito ad andare sulla sua pagina personale, li le troverete tutte ♥♥♥

Vi auguro una piacevole serata, io sono “intrippata” con i romanzi da cui è stata fatta la serie “I misteri di Aurora Teagarden” e li sto leggendo tutti, ovviamente il venerdì sera la tv è mia 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest “the mystery basket” di La mia famiglia ai fornelli, ospitato questo mese dal blog I biscotti della zia

Salva

Salva

Salva

Salva

52 comments on “Leopoldina e i muffin di banana, avena, yogurt e gocce di cioccolato

  1. Sto andando a farli Ely, non ho il cioccolato, lo sostituisco con una colata di crema alle nocciole ^_^ Mi hai risolto la colazione di domani! Baciiii

  2. Che bello leggere di Leopoldina e della.dua famiglia, mi ci rivedo molto ed il tutto trasmette tanta, tanta serenità! Grazie, è bello valorizzare la gioia del quotidiano, delle poccole cose, della famiglia.
    Con sintonia di.sentire ti abbraccio
    Michela

  3. Li ho fatti Ely e appena assaggiati. Sono buonissimi, fragranti e profumati. Ho aggiunto un pizzico di cannella, perché la metto ovunque 🙂 grazie mille…Mica lo so se durano fino a domani, le ragazze stanno girando lì intorno….

  4. Sento l’uccellino cinguettare, tutto felice dell’arrivo della primavera! Apre le piume e si gode il tepore che sta crescendo, in mezzo al profumo dei fiori… e dei muffin! 🙂 Respiro aria di fiaba, serenità, colori allegri, cose belle… e quanto ce n’è bisogno! Nella nostra cucina e grazie alle parole possiamo fare piccoli miracoli… 🙂

  5. Leopoldina…quanto la amo! E che dire di questi muffins? Son favolosi, peccato che qua da me la banana piace poco, uff…dici che la posso sostituire che ne so…con la mela ad esempio ?!
    Un bacione e buona giornata

  6. Mi piace leggere di Leopoldina, mi piace pensare che sei tu e dalle tue parole ti vedo e ti seguo in cucina e non solo ♥ Ottimi questi muffin, sono proprio nelle mie corde, veloci e golosi. Brava. Un bacio

    1. Terry hai fatto centro, Leopoldina sono io anche se un po modello vintage da casa nella prateria ma è quello che vorrei essere con le mie esperienze di vita :-), provali sono davvero buoni e golosi, un bacione e grazie!

  7. Vado a curiosare da Leopoldina… ma passo solo il salata come tu sai faccio finta di non leggere i dolci 🙁 – Buoni questi. Buona serata cara un abbraccio

  8. Mi mancavano le avventure di Leopoldina e me la immagino lì, nella sua luminosa cucina, a preparare con mani amorevoli questi muffins deliziosi per i suoi cari 🙂 Un abbraccio tesoro, buona serata

  9. Che ricetta originale, non ho mai usato solo fiocchi d’avena in un dolce senza mettere qualche altro tipo di amido. In casa mia nessuno mangia banane, ma le compro appositamente per farci i dolci. Mi piace la consistenza che la banana regala ai dolci. Immagino che questi muffin sia piuttosto umidi. Si possono surgelare?

    1. Ciao Elena, appena l’ho vista da Vittoria mi è subito piaciuta. Rimangono morbidissimi e umidi e con una consistenza rustica, io penso proprio che si possano surgelare ma a casa mia non capita mai, li ho fatti nel pomeriggio e alla sera erano già finiti :-), grazie e buona serata <3

  10. Ciao Ely che tenerezza questi racconti e che bontà i muffin:)…ecco un buon modo per camuffare ogni tanto le banane e che non sia un frullato. Io non le amo molto e ho trasmesso questo mio “rifiuto” in un certo senso ai miei bambini ma diversamente vengono gustate volentieri e con il cioccolato bhe perfette. Grazie dell’idea e buona serata Luisa

    1. Ciao Luisa, hai ragione anche qui le banane se sono troppo mature non se le fila nessuno e così li ho fregati tutti e tutti i muffin sono finiti in un baleno, provali e vedrai che bontà! Un bacione grande!

  11. Questa cosa di ritagliare un pò di tempo per me stessa e passare dalle amiche mi piace davvero tanto e fa bene. E poi devo proprio dirtelo… ti adoro!! Da te mi sento a casa. Brava Leopoldina questi muffins sono una meraviglia! Un abbraccio cara Ely!

  12. Che bell’atmosfera di serenità e allegria si respira nel mondo di Leopoldina e ancor più bello che sia contagioso il suo entusiasmo, bravissima in cucina e i suoi consigli sono proprio da seguire…..è importante far crescere bene i propri topolini!!!
    Baci

  13. Non sai quanto mi piacciono le storie di Leopoldina, hanno il potere di strapparmi un sorriso 🙂
    Io adoro i muffin e li mangerei ogni giorno. I fiocchi di avena ho imparato ad usarli sia nel dolce che nel salato, per cui come non apprezzare questi muffin così golosi?
    Un bacio a te e uno a Leopoldina ^_^

  14. Complimenti per la nuova veste grafica del blog!
    E complimenti anche per questi muffin… li guardi e ti dicono “mangiami mangiami mangiami!!!”…

  15. C’è bisogno di aria nuova. Di colori vivi e sgargianti e magari mettere in un cassetto quei colori pastello…c’è bisogno di tirare un lungo respiro e sentire quel profumo che rassomiglia a qualcosa di familiare.
    Qui, si respira l’atmosfera simile ad una fiaba. Mi metto comoda e assaggio un tuo muffin che sarà sicuramente dolcissimo. A presto 🌸💕

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *