La brioche dimenticata

22 Gennaio 2018Elena Valsecchi

Prep time:

Cook time:

Serves:

Vi avevo promesso una ricetta cosmetica golosa ma quando guardando la foto di questa brioche mi è tornata in mente la sua bontà e la sua dolcezza, non potevo lasciarvi attendere ancora… Morbida a tal punto che non riuscivamo a tagliarla… Al profumo di miele che quasi inebriava… Le ricette di Jessica sono una certezza, non c’è dubbio, mi spiace solo che il suo blog non sia più aggiornato perché era davvero una delizia per i golosi!

La ricetta l’ho rifatta esattamente come lei, senza modificare nulla, volevo essere certa che venisse, ma ho dovuto attendere due giorni per vederne il risultato, per questo l’ho chiamata “dimenticata”. Estremamente semplice nella preparazione bisogna solo dare il tempo al lievito di fare il suo lavoro, quindi se la volete pronta per la domenica mattina, cominciate a preparare tutti gli ingredienti il venerdì pomeriggio e poi attendete con Santa Pazienza 😆 

Ingredienti:

  • 250 g di farina forte (tipo Manitoba)
  • 100 g di burro fuso freddo
  • 75 g di acqua a temperatura ambiente
  • 2 uova medie a temperatura ambiente
  • 50 g di miele chiaro delicato
  • 1 punta di cucchiaino di sale
  • 3 g di lievito di birra disidratato
  • 1 uovo per spennellare la superficie

Preparazione:

In una ciotola sbattete leggermente le uova, il miele, l’acqua, il sale ed il burro fuso e mescolate bene il composto fino a quando sarà omogeneo. Aggiungete la farina e il lievito e con un cucchiaio di legno mescolate fino a quando l’impasto risulterà liscio, ora coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate a riposo per due ore a temperatura ambiente poi trasferitelo in frigorifero per 48 ore, non abbiate fretta è il tempo perfetto perchè si compia la magia. Quando saranno trascorse le 48 ore togliete la ciotola dal frigorifero, dividete l’impasto in 3 pezzi uguali (l’impasto sarà leggermente appiccicoso, aiutatevi sporcandovi le mani con poca farina bianca) e mettetelo in uno stampo da plumcake di 30 cm x 11 cm circa, foderato di carta forno. Lasciate lievitare in un luogo tiepido coperto con un canovaccio da cucina (io ho messo lo stampo in forno con la luce accesa) fino a quando avrà raggiunto il bordo dello stampo, spennellate con un uovo leggermente sbattuto e cuocete in forno caldo a 180° per circa 30/40 minuti fino a quando la superficie risulterà bella dorata, se dovesse scurirsi troppo copritela con la carta stagnola e finite di cuocere. Toglietela dal forno e lasciatela raffreddare, sarà impossibile tagliarla prima credetemi, la sua morbidezza è ineguagliabile…

Gustate questa meraviglia come meglio credete, con marmellata o crema di nocciole, oppure nature e ne rimarrete estasiati e soddisfatti come mai prima, credetemi! A presto e chissà cosa sarà il prossimo post? Un po di idee bollono in pentola e voi sapete che le pentole non servono solo per cucinare vero?♥

Print Recipe

Nutrition

46 Comments

  • Luisa-mamilu

    29 Gennaio 2018 at 22:52

    Ciao Ely adoro i lievitati salati e ogni tanto mi cimento anche in quelli dolci e devo dire che il gusto mi conquista sempre. Questa brioche quindi è da provare ;). Buona serata baci Luisa

    1. Elena Valsecchi

      31 Gennaio 2018 at 13:34

      Ciao Luisa questo è davvero da provare! Grazie cara e buon pomeriggio 🙂

  • La mia famiglia ai fornelli

    27 Gennaio 2018 at 22:34

    che meraviglia questa brioche! non vedo l’ora di provarla perchè deve essere buonissima!

    1. Elena Valsecchi

      28 Gennaio 2018 at 15:03

      Ciao Linda, è favolosa davvero, grazie di cuore e buona domenica!

  • Laura De Vincentis

    26 Gennaio 2018 at 12:04

    Questa ricetta capita perfetta! la proverò sicuramente perchè è da qualche giorno che mi gira per la testa l’idea di preparare una brioche! Un abbraccione

    1. Elena Valsecchi

      26 Gennaio 2018 at 12:17

      Ciao Laura e grazie, fammi sapere se la provi, io ne sono rimasta estasiata!!!
      Un bacione 🙂

  • daniela64

    25 Gennaio 2018 at 10:39

    E’ favolosa bella e morbida , segno subito la ricetta . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

    1. Elena Valsecchi

      26 Gennaio 2018 at 12:18

      Grazie mille Daniela, è davvero buonissima! Un abbraccio!

  • Lisa G

    25 Gennaio 2018 at 10:24

    Ecco, forse è proprio questo il segreto che mi mancava : Non avere fretta !!!!!! Davvero un incanto questa brioche, complimenti Ely . Un grande abbraccio

    1. Elena Valsecchi

      26 Gennaio 2018 at 12:19

      Già Lisa, come diceva sempre la mia zia Antonia, la fretta è nemica della cucina 🙂 grazie di cuore!

  • Francesca

    24 Gennaio 2018 at 18:18

    Hai detto bene… si compie la magia! La guardo ogni volta incantata, quasi non voglio sapere il trucco per non rovinarne la poesia… mi basta vedere come un impasto possa crescere grazie a quel tempo che mi sto facendo amico, come te, consapevole della sua importanza… che renda tutto più soffice e buono mi pare evidente, basta aprire il forno dopo l’attesa e assaggiare! 😉

    1. Elena Valsecchi

      26 Gennaio 2018 at 12:20

      Francesca hai proprio ragione, i lievitati sono la miglior soddisfazione per una donna che ama cucinare, un bacione grande!

  • Mariabianca

    24 Gennaio 2018 at 16:53

    E’ meravigliosamente morbida.
    Cara Ely mi fa molto piacere risentirti, a presto!

    1. Elena Valsecchi

      24 Gennaio 2018 at 17:12

      Ciao Mariabianca grazie di cuore 🙂

  • Melania

    24 Gennaio 2018 at 15:38

    Io adoro i lievitati. Mi concedo del tempo con loro quando ho bisogno di staccare e dimenticare quel che c’è intorno a me. Mi porta in un’altra dimensione impastare e se poi, si tratta di una brioche come la tua beh…viene subito voglia di mettersi all’opera.

    1. Elena Valsecchi

      24 Gennaio 2018 at 17:12

      Ciao Melania grazie! Anche io adoro i lievitati, sono le preparazioni che mi danno più soddisfazione, un bacione!

  • Natalia

    24 Gennaio 2018 at 14:07

    Si vede che è bella morbida. Me la segno 🙂

    1. Elena Valsecchi

      24 Gennaio 2018 at 17:09

      Ciao Natalia, grazie!

  • Alice

    23 Gennaio 2018 at 20:36

    Che è strasoffice si vede eccome ed è anche super invitante, per cui copio la ricetta e faccio al più presto!
    baci
    Alice

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:12

      Ciao Alice ti piacerà di sicuro vedrai, grazie cara, baci!

  • ipasticciditerry

    23 Gennaio 2018 at 19:26

    Una meraviglia, si vede quanto è soffice. Ma sai, con i lievitati è sempre così, bisogna avere sempre tanta pazienza e loro ti premiano di sicuro. Un abbraccio grande

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:13

      Ciao Terry, ma tu sei l’esperta dei lievitati, io ho perso un po la mano ultimamente ma è sempre così bello e affascinante questo mondo, grazie cara, un abbraccio!

  • LAURA CARRARO

    23 Gennaio 2018 at 18:59

    Qui la pazienza è ampiamente ripagata…..le foto rendono benissimo la morbidezza golosa di questa brioche!!!
    Baci

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:14

      Ciao Laura, si devo dire che la morbidezza è la sua caratteristica principale, davvero non riuscivo a tagliarla, grazie cara e un abbraccio!

  • zia consu

    23 Gennaio 2018 at 18:27

    Il fascino dei lievitati è proprio questo…si fanno attendere ma poi ricambiano con emozioni sensoriali senza pari ^_^
    Bravissima Ely, la prossima volta mi autoinvito a colazione ^_*

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:15

      Davvero Consu, sai che controllavo in frigorifero l’evolversi della lievitazione e trepidavo, mi sembrava che non lievitasse troppo, poi sono stata ripagata ampiamente! Grazie un bacione!

  • Sabrina di Delizie & Confidenze

    23 Gennaio 2018 at 16:57

    Meravigliosa!!!! Vien voglia di mangiarla solo a guardarla!! Vorrei tanto provarla ma ahimè, per le preparazioni che richiedono pazienza non son molto portata…. Per ora mi devo gustare la tua, purtroppo per la gioia solo della vista! Un abbraccio grande

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:11

      Dai Sabrina provaci, merita e poi bisogna solo dimenticarla in frigorifero per 48 ore 🙂 grazie, un bacione!

  • edvige

    23 Gennaio 2018 at 16:44

    Ogni tanto qualche piccolo biscotto senza zuccheri aggiunti me lo permetto ma fare dolci anche con poco zucchero no posso a parte che non li mangerebbe nessuno marito i dolci ha un rifiuto…. ad ogni modo la ricetta mi attira la passo a figlia chissa…. buona serata.

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:17

      Ciao Edvige dai vedrai che tua figlia ne sarà contenta, un abbraccio grande grazie!

  • Cristina Dianin

    23 Gennaio 2018 at 16:23

    Che nuvola di sofficità. Tanta pazienza…o meglio tanto tempo (che io non ho purtroppo)…ci vuole per i lievitati

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:18

      Cristina a dire il vero il lavoro che dobbiamo fare è proprio poco, si tratta di lasciarla riposare tranquilla mentre noi facciamo altro, è per questo che mi è piaciuta e l’ho chiamata dimenticata 🙂 Grazie!

  • Daniela

    23 Gennaio 2018 at 14:04

    Caspita se si vede quanto è soffice….una nuvola!
    Se per avere un risultato simile c’è da aspettare, aspettiamo pure, intanto faremo altro 🙂
    Un bacio e complimenti.

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 21:19

      Ciao Dany grazie di cuore! Si vale la pena aspettare e poi gustare 🙂 Un bacione

  • carla emilia

    23 Gennaio 2018 at 12:48

    L’attesa premia davvero! Un abbraccio

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:29

      Verissimo! Grazie Carla!

  • Piccolalayla – Profumo di Sicilia

    23 Gennaio 2018 at 10:58

    Che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaa posso averne una fetta? Si sente il profumo attraverso le foto. A presto LA

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:28

      Ciao Layla, mannaggia è già finita da un pezzo ma è da rifare :-)grazie un bacione!

  • Lara

    23 Gennaio 2018 at 10:38

    che delizia e come mi piace la tua nuova veste Ely, così moderna ma ancora così te… questa brioche è certamente da provare.

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:29

      Ciao Lara ma grazie, detto da te è un bel gran complimento! Un bacione

  • Mila

    23 Gennaio 2018 at 10:11

    Ricordo il periodo del tormentone web di questa brioche era sempre molto invitante…grazie per averla riproposta!!!

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:30

      Oh davvero Mila? Io sto sempre un po alla larga dai tormentoni 🙂 ma poi come vedi ci finisco dentro, grazie!

  • tizi

    23 Gennaio 2018 at 9:27

    beh, vale la pena di avere pazienza, a quanto vedo l’attesa è stata ampiamente ripagata! sembra davvero sofficissima questa brioche, una nuvola 🙂

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:31

      Tizy grazie, è davvero una brioche strepitosa! Un bacione grande!

  • Simo

    22 Gennaio 2018 at 21:22

    ecco, ehm…io e la pazienza proprio non andiam d’accordo…credo che quando l’abbiano distribuita io ero in fondo alla fila!
    Con i lievitati ce ne vuole, e tanta…cosa che debbo imparare a coltivare.
    La proverò comunque, sembra sofficissimissima…
    E che dire del blog di Jessica?! Manca tanto anche a me…
    Buona serata

    1. Elena Valsecchi

      23 Gennaio 2018 at 13:32

      Simo ma non devi fare altro che dimenticartela in frigorifero per due giorni e poi… La magia si compie!!!! Un bacione e grazie!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Recipe Next Recipe

Example Colors

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close