Polpettine alla “Lilli e il Vagabondo”

“…E dolce sognar e lasciarsi cullare nel incanto della notte…”

E’ il giorno di Santo Stefano, tardo pomeriggio, una neve abbondante e soffice scende pian piano dal cielo, guardando i lampioni ne rimango incantata, allungo la lingua timorosa,  per assaporare il gusto del Paradiso che solo un fiocco di neve che pian piano si scioglie mi sa regalare… Cerco di scaldarmi le mani, neanche i guanti fatti dalla mamma, rigorosamente rossi, riescono a proteggermi dal freddo, saliamo sul pullman che ci porta in centro per andare al cinema, chi ci guarda da lontano vede un giovane papà sconsolato che accompagna un gruppetto di bambini (io e i miei cugini) vivaci ed eccitati che chiacchierano e gesticolano senza fine… Questa allegra compagnia si sta recando alla prima visione del cartone animato “Lilli e il Vagabondo”…

Parliamo di 40 anni fa, niente cellulari, niente tv a colori (almeno a casa mia), nessuna anteprima, se non i cartelloni che pubblicizzavano la prima visione del cartone, niente Ipod, Ipad, Wii e quant’altro, solo l’attesa di un gruppo di bambini che da giorni aspettano di andare al cinema…

Il resto è storia, il papà sconsolato (il mio) esce completamente “rintronato” dalla sala, al termine della proiezione, i bambini non stanno più nella pelle dall’emozione, dalla gioia e dalla Prima Visione a cui hanno assistito, magari con il passare degli anni qualcuno si ricorderà quel bellissimo momento, qualcuno invece lo lascerà andare, come un fiocco di neve che si scioglie all’improvviso con il calore della mano… Quel cartone animato, romantico ed indimenticabile è nel mio cuore, lo ricordo come se fosse appena successo… Una gioia incontenibile…

Tutto questo per raccontarvi la ricetta di oggi, il piatto must di quella Prima Visione, le polpettine con gli spaghetti che i due cuccioli si gustano con adorazione a quel tavolo, con la tovaglia bianca a quadretti rossi,  in quel ristorantino tipicamente italiano all’aperto…

E uno dei piatti che nella mia cucina preparo spesso, sia perché diventa piatto  unico, saziando per bene tutti quanti, sia perché mi ricorda con nostalgia quella bellissima sera fredda e innevata di tantissimi anni fa, ci sono affezionata e la custodisco nel cuore come una gemma preziosa…

Ingredienti per 6 persone:

  • 6 hg di spaghetti

Per le polpettine:

  • 1 kg di carne trita mista, macinata con 1 hg di prosciutto cotto e 1 hg di bologna (o mortadella)
  • 1 uovo
  • 3 pugni di grana grattugiato
  • 1 patata grossa lessata e schiacciata (oppure 2 piccole)
  • Sale e pepe q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b.

Per cuocere le polpette:

  • Olio extra vergine d’oliva q.b.
  • Soffritto misto di cipolla, sedano e carote

Per il sugo:

  • 2 bottiglie di passata di pomodoro non troppo fine
  • Cipolla tritata q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiaini di dado di carne fatto in casa (oppure 1 dado di carne della marca che preferite)
  • Sale q.b.
  • Basilico q.b. (io ho usato quello del mio orto che ho surgelato)
  • Olio extra vergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Cominciamo con il preparare le polpette, mettete tutti gli ingredienti in una grande ciotola e mescolate per bene con le mani, oppure con un cucchiaio di legno, assaggiate per vedere se è saporito al punto giusto e formate con le mani delle polpettine, io preferisco farne tante piccole, mettetele su un vassoio e passate alla preparazione del sugo.

In una grande casseruola, fate rosolare con l’olio la cipolla l’aglio e quando tutto sarà ben dorato aggiungete la passata, insaporite con il dado fate cuocere per circa 20 minuti.  In una altra pentola mettete dell’olio e un soffritto misto di cipolla, sedano e carote e fate rosolare per bene le polpette girandole più volte. Aggiungete la passata e fate cuocere per circa 1 ora. Più le polpette sono piccole più cuoceranno velocemente. Quando sarete quasi a fine cottura aggiungete il basilico, coprite e spegnete il fuoco.

Fate lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli abbondantemente con le polpettine “Alla Lilli e il Vagabondo”, sentirete che meraviglia, noi ogni volta torniamo un po’ bambini e ci ritroviamo a cantare “…E dolce sognar e lasciarsi cullare nel incanto della notte…”.

Qui a Lecco ci sarà un lungo ponte, domani è il patrono della nostra città, poi ci sarà l’immacolata dove come da tradizione si addobberà la casa con il presepe e l’albero, io sicuramente farò qualche esperimento saponario e cosmetico, poi vi aggiornerò sui risultati! Un felice fine settimana a tutti voi e se ne avete la possibilità riguardate questo cartone animato, visto con occhi adulti è ancora più bello! E se potete… tornate un po’ bambini…

24 comments on “Polpettine alla “Lilli e il Vagabondo”

  1. mai fatto pasta e polpette insieme… ma devo rimediare mi sa! a guardare il tuo piatto mi è venuta una fame che non ti dico 🙂 buonissimo piatto cara, una vera coccola!!

  2. Sapessi quante volte mio figlio mi ha chiesto di fargliele ! Le emozioni legate a quel film le ricordo bene e le ho rivissute anche da adulta quando lo guardavo e riguardavo in cassetta con mio figlio

  3. Mamma mia Lilli ed il Vagabondo quante volte l’ho guardato assieme a figlia ma anche da sola e penso non ho voluto mai spossessarmi della cassetta. Ottimo piatto non dovrei carne e pasta ma troppo buono. Grazie cara buona serata un abbraccio.

  4. adoro quella scena al ristornate, sono tanto teneri, vero? Le polpettine con gli spaghetti le faccio anche io, un piatto semplice che però mette tutti d’accordo !Un bacione

  5. Lo ricordo benissimo anche io quel film, mi ci avevano portato mamma e papà e li tenevo per mano, felice come solo i bimbi sanno esserlo! Buonissimo piatto, avevo preteso che mamma me lo facesse 😉 Un bacione

  6. Che bel ricordo! Non lo hai fatto volare come il fiocco di neve….teniamo stretti i nostri ricordi dell’infanzia 🙂
    Un piatto che piace tanto anche in casa mia.
    Un bacio e buon fine settimana (lungo)!

  7. Uno dei miei cartoni preferiti da bambina e , ti confesso , anche adesso . E le polpette al sugo, che incanto . Favoloso post e squisita ricetta. Un abbraccio Ely e buona Immacolata

  8. Questo film mi ha accompagnata in molti bei momenti della mia infanzia…insieme a Cenerentola e a Dumbo, era quello che più amavo…
    Spesso faccio anche io la pasta con le polpettine, fa da piatto unico e qua la adorano, però vogliono i tortiglioni o i fusilli, non sono molto amanti degli spaghetti, ahimè…quasi quasi vengo a trovarti se me li prepari 😉

    1. Simo tutti film meravigliosi hai ragione 🙂 , invece qui vogliono spesso gli spagetti, sono io che non li amo tanto 🙂 certo che te li preparo!!!! Così vedi anche la mia casa nuova 🙂 baci e grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *